Sad Keanu: il primo meme 3D.

FASE 1 – La Nascita

Tutto ha inizio molto tempo fa. Era un pomeriggio di Maggio, siamo nel 2010. Il fotografo, meglio paparazzo, Ron Asadorian, scova il non più giovane Keanu seduto su una panchina intento a gustarsi il suo panino, da solo. Solo. Pensieroso. Uno di quei momenti che abbiamo passato tutti nella vita. Ma noi “tutti” non siamo il “prescelto”.

La foto viene pubblicata come semplice documento scandalistico. Qualche giorno più tardi però sul sito Reddit viene pubblicato un post di rockon4life “I really enjoy acting…Because when I act, I’m no longer me” in un thread intitolato “Keanu. More sadness in comments”. In poco tempo il thread arriva in homepage riuscendo ad accumulare la bellezza di 281,000 page views. Ma il bello/peggio deve ancora arrivare.

Il 4 giugno 2010, Sad Keanu, come viene rinominato dagli utenti di Reddit, “goes viral”. Nascono thread dai titoli più disparati tra cui “Instead of Chuck Norris, let’s make Keanu Reeves a meme”, “Keanu Reeves is Hungry” e “Oh Keanu.” Il successo prosegue anche nei giorni successivi.

enhanced-buzz-26264-1276016787-2

FASE 2 – Sad Keanu goes Viral

Il 7 giugno 2010 Urlesque posta un articolo dal titolo “Sad Keanu: The Latest Image Macro. L’8 giugno, l’utente memecore di BuzzFeed pubblica un articolo chiamato “10 best Sad Keanu Images” che in poche ore entra nella Top 10 di giornata. A stretto giro Sad Keanu raggiunge The Daily What che rilancia quello che ufficialmente si sta trasformando in un meme ad altissima viralità.

oxR7p

Nel mese di giugno immagini photoshoppate del triste Keanu sulla panchina raggiungono i maggiori social: Twitter, Facebook e soprattutto Tumblr. In una serie di social reazioni a catena, Sad Keanu viene pescato da Tumblr Radar, aumentando a dismisura la proliferazione di fotomontaggi con il prescelto intento a mangiare il suo panino in ogni possibile situazione. Viene addirittura lanciato un Tumblr monografico su Sad Keanu mentre nel frattempo nasce un account Twitter @SadKeanu.

Il 17 giugno però la DMCA manda un ingiunzione a SadKeanu.com chiedendo espressamente di togliere ogni singola foto pubblicata sul sito, in quanto illegalmente “rubata” al detentore dei diritti, il sito Splash News che per primo aveva pubblicato la foto. Ma oramai è troppo tardi. Il Meme viene pubblicato in altre forme, utilizzando i più disparati escamotage per evitare problemi di copyright. Viene creato un evento “Cheer Up Keanu Day, con migliaia di fan impegnati per tirare su il morale al loro attore/meme preferito. L’evento ottiene un buon successo finendo addirittura su Digg e Time Magazine. In occasione della giornata ufficiale, il 15 giugno 2010, Azured and SenorZorro2000 decidono di dedicare una canzone per rallegrarlo utilizzando la già abusata “Hey there Delilah” (vi consiglio la versione cthulhu)

Il meme continua la sua corsa, ridimensionando di molto i numeri iniziali. Internet come al solito produce e consuma i suoi contenuti alla velocità della luce. In un mese si può diventare il video più visto sulla faccia della terra, per poi sparire nel nulla. Ma quanto dura la vita di un meme? Secondo Kate Knibbs di Digital Trends non esiste un tempo preciso, quanto più una serie di step che ne determinano la fine:

“Tesoro nascosto nei sotteranei di internet —> Reddit —> re-blogging selvaggio —> ogni tuo amico ne viene a conoscenza —> ti viene inviato da un tuo collega—> Il tuo capo utilizza il meme per sembrare più fico con i suoi dipendenti—> Ti vien inviato da tuo Nonno —>Non fatemi vedere più quel cazzo di Meme!”

Ma che succede se il meme prende vita, si trasforma entrando fisicamente nel mondo reale? E’ il momento di passare alla fase 3.

FASE 3 – Il Meme Reale

Alexis Madrigal, senior editor di The Atlantic, nello specifico della sezione Tech, ordina su un sito di 3D print (una tecnologia che permette di stampare, fisicamente, in 3D da file. La tecnologia, the next big thing è arrivata sulle prime pagine dei giornali “grazie” al caso della pistola scaricabile da internet) una riproduzione 3D di Sad Keanu. Il risultato? Un incredibile foto racconto pubblicato sulle pagine (digitali) di The Atlantic: Me and Sad Keanu, a 3D-Printing Story.

Qui sotto alcune delle immagini. Qui il foto racconto completo.

afriend-thumb-570x377-122701

thepiano-thumb-570x377-122679

commune2-thumb-570x377-122667

keanusitting-thumb-570x377-122653

cheerupbench-thumb-570x377-122643

keanucar-thumb-570x377-122633

Le immagini sono tratte da questo articolo apparso su THE ATLANTIC

Leggi anche:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>