Nel nome del padre, del figlio e dello spirito

I comici del Saturday Night Live non andranno in paradiso. Non che gliene importi un fico secco. Ma nell’Olimpo della tv che sperimenta senza paura c’è per loro un posto alla destra del Padre.

A certificarlo è l’ennesimo sketch che racconta una versione fantasy e fantastica della resurrezione di Cristo.
“Indovinate chi è tornato?” dice in un ghigno Jesus, anzi, Djesus sulla soglia del sepolcro. A smuoverlo dal sonno eterno è la sete di vendetta contro quei romani che l’hanno crocifisso. E una spada di Hattori Hanzo, sarà l’arma di una mattanza che vedrà schierarsi al fianco del Messia un branco di Apostoli senza Gloria.

Frullando insieme il meglio dell’estetica splatter dell’opera di Tarantino, il finto trailer mette in fila tutti i pruriti della satira religiosa e regala loro la risata che li seppellirà. Ultimo, o primo, la profanazione del periodo di Quaresima, il tasto più sensibile secondo tutti gli opinionisti chiamati ad esprimersi nel processo per blasfemia che ha investito lo show all’indomani della trasmissione.

“E se invece di Gesù ci fossimo permessi di ridere di Budda, o molto peggio di Allah” è il dilemma che non fa dormire la notte chi vuole a tutti costi decretare se la condotta del SNL sia socialmente accettabile o meno. Ma nella mia testolina che sempre si interroga sui processi creativi e la loro origine misteriosa, la vera domanda è: chi avrà scatenato Djesus?

Più che la Quaresima e la tentazione diabolica di ridersela della Santa Pasqua, credo che ad innescare gli irreversibili processi mentali di quei meravigliosipazzimalati che bivaccano nella stanza degli autori siano state le dimissioni del Papa. Qualcosa che neanche la mente più blasfema e allenata alla satira aveva osato pronunciare. Un gesto che spalanca insomma le porte dei più scellerati tabù e rende tutto improvvisamente più saccheggiabile. Sono così arrivata a concludere che più che un gesto “coraggioso” e “moderno” -definizioni apparse su tutte le colonne dei più importanti quotidiani del mondo- quello di Benedetto XVI è stato per me un gesto CREATIVO!

Nel nome del padre, del figlio e dello spirito. Quello che fa ridere.

Leggi anche:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>